Luca

Scopri i principali episodi della Bibbia illustrata dai più grandi capolavori della pittura

Gesù guarisce il cieco

ORA, come egli s’avvicinava a Gerico, un certo cieco sedeva presso della via, mendicando.
E udita la moltitudine che passava, domandò che cosa ciò fosse.
E gli fu fatto assapere che Gesù il Nazareo passava.
Ed egli gridò, dicendo: Gesù, Figliuol di Davide, abbi pietà di me.
E coloro che andavano avanti lo sgridavano, acciocchè tacesse; ma egli vie più gridava: Figliuol di Davide, abbi pietà di me.
E Gesù, fermatosi, comandò che gli fosse menato. E come fu presso di lui, lo domandò, dicendo:
Che vuoi che io ti faccia? Ed egli disse: Signore, che io ricoveri la vista.
E Gesù gli disse: Ricovera la vista; la tua fede ti ha salvato.
Ed egli in quello stante ricoverò la vista, e lo seguitava, glorificando Iddio. E tutto il popolo, veduto ciò, diede lode a Dio.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

La preghiera di Gesù sul Monte degli Ulivi

POI, essendo uscito, andò, secondo la sua usanza, al monte degli Ulivi; e i suoi discepoli lo seguitavano anch’essi.
E giunto al luogo, disse loro: Orate, che non entriate in tentazione.
Allora egli fu divelto da loro, quasi per una gettata di pietra;
e postosi in ginocchioni, orava, dicendo: Padre, oh! volessi tu trasportar da me questo calice! ma pure, non la mia volontà, me la tua sia fatta.
Ed un angelo gli apparve dal cielo confortandolo.
Ed egli, essendo in agonia, orava vie più intentamente; e il suo sudore divenne simile a grumoli di sangue, che cadevano in terra.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

Pietro nega Gesù

ED essi lo presero, e lo menarono, e lo condussero dentro alla casa del sommo sacerdote; e Pietro lo seguitava da lungi.
Ed avendo essi acceso del fuoco in mezzo della corte, ed essendosi posti a sedere insieme, Pietro si sedette nel mezzo di loro.
Or una certa fanticella, vedutolo seder presso del fuoco, e guardatolo fiso, disse: Anche costui era con lui.
Ma egli lo rinnegò, dicendo: Donna, io nol conosco.
E, poco appresso, un altro, vedutolo, gli disse: Anche tu sei di quelli. Ma Pietro disse: O uomo, non sono.
E, infraposto lo spazio quasi d’un’ora, un certo altro affermava lo stesso, dicendo: In verità, anche costui era con lui; perciocchè egli è Galileo.
Ma Pietro disse: O uomo, io non so quel che tu dici. E subito, parlando egli ancora, il gallo cantò.
E il Signore, rivoltosi, riguardò Pietro. E Pietro si rammentò la parola del Signore, come egli gli avea detto: Avanti che il gallo canti, tu mi rinnegherai tre volte.
E Pietro se ne uscì, e pianse amaramente.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

Gesù apparve davanti a Pilato

ALLORA tutta la moltitudine di loro si levò, e lo menò a Pilato.
E cominciarono ad accusarlo, dicendo: Noi abbiam trovato costui sovvertendo la nazione, e divietando di dare i tributi a Cesare, dicendo sè esser il Cristo, il Re.
E Pilato lo domandò, dicendo: Sei tu il Re de’ Giudei? Ed egli, rispondendogli, disse: Tu lo dici.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

Gesù condannato a morte

E tutta la moltitudine gridò, dicendo: Togli costui, e liberaci Barabba.
Costui era stato incarcerato per una sedizione, fatta nella città, con omicidio.
Perciò Pilato da capo parlò loro, desiderando liberar Gesù.
Ma essi gridavano in contrario, dicendo: Crocifiggilo, crocifiggilo.
Ed egli, la terza volta, disse loro: Ma pure, che male ha fatto costui? io non ho trovato in lui maleficio alcuno degno di morte. Io adunque lo castigherò, e poi lo libererò.
Ma essi facevano istanza con gran grida, chiedendo che fosse crocifisso; e le lor grida e quelle de’ principali sacerdoti, si rinforzavano.
E Pilato pronunziò che fosse fatto ciò che chiedevano.
E liberò loro colui ch’era stato incarcerato per sedizione, e per omicidio, il quale essi aveano chiesto; e rimise Gesù alla lor volontà.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

Gesù crocifisso

Or due altri ancora, ch’erano malfattori, erano menati con lui, per esser fatti morire.
E QUANDO furono andati al luogo, detto del Teschio, crocifissero quivi lui, e i malfattori, l’uno a destra, e l’altro a sinistra.
E Gesù diceva: Padre, perdona loro, perciocchè non sanno quel che fanno. Poi, avendo fatte delle parti de’ suoi vestimenti, trassero le sorti.
E il popolo stava quivi, riguardando; ed anche i rettori, insiem col popolo, lo beffavano, dicendo: Egli ha salvati gli altri, salvi sè stesso, se pur costui è il Cristo, l’Eletto di Dio.
Or i soldati ancora lo schernivano, accostandosi, e presentandogli dell’aceto; e dicendo:
Se tu sei il Re de’ Giudei, salva te stesso.
Or vi era anche questo titolo, di sopra al suo capo, scritto in lettere greche, romane, ed ebraiche: COSTUI È IL RE DE’ GIUDEI.
Or l’uno de’ malfattori appiccati lo ingiuriava, dicendo: Se tu sei il Cristo, salva te stesso, e noi.
Ma l’altro, rispondendo, lo sgridava, dicendo: Non hai tu timore, non pur di Dio, essendo nel medesimo supplizio?
E noi di vero vi siam giustamente, perciocchè riceviamo la condegna pena de’ nostri fatti; ma costui non ha commesso alcun misfatto.
Poi disse a Gesù: Signore, ricordati di me, quando sarai venuto nel tuo regno.
E Gesù gli disse: Io ti dico in verità, che oggi tu sarai meco in paradiso.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

La morte di Gesù

Or era intorno delle sei ore, e si fecer tenebre sopra tutta la terra, infino alle nove.
E il sole scurò, e la cortina del tempio si fendè per lo mezzo.
E Gesù, dopo aver gridato con gran voce, disse: Padre, io rimetto lo spirito mio nelle tue mani. E detto questo, rendè lo spirito.
E il centurione, veduto ciò ch’era avvenuto, glorificò Iddio, dicendo: Veramente quest’uomo era giusto.
E tutte le turbe, che si erano raunate a questo spettacolo, vedute le cose ch’erano avvenute, se ne tornarono, battendosì il petto.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo



Copyright © 2017 Associazione Jesus World Wide