Matteo

Scopri i principali episodi della Bibbia illustrata dai più grandi capolavori della pittura

Gesù ha dato le chiavi del regno dei cieli a Pietro

Ed egli disse loro: E voi, chi dite che io sono?
E Simon Pietro, rispondendo, disse: Tu sei il Cristo, il Figliuol dell’Iddio vivente.
E Gesù, rispondendo, gli disse: Tu sei beato, o Simone, figliuol di Giona, poichè la carne ed il sangue non t’hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è ne’ cieli.
Ed io altresì ti dico, che tu sei Pietro, e sopra questa pietra io edificherò la mia chiesa, e le porte dell’inferno non la potranno vincere.
Ed io ti darò le chiavi del regno dei cieli; e tutto ciò che avrai legato in terra sarà legato ne’ cieli, e tutto ciò che avrai sciolto in terra sarà sciolto ne’ cieli.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

Trasfigurazione di Cristo

E SEI giorni appresso, Gesù prese seco Pietro, e Giacomo, e Giovanni, suo fratello, e li condusse sopra un alto monte, in disparte.
E fu trasfigurato in lor presenza, e la sua faccia risplendè come il sole, e i suoi vestimenti divenner candidi come la luce.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

La parabola degli operai della vigna

PERCIOCCHÈ, il regno de’ cieli è simile ad un padron di casa, il quale, in sul far del dì, uscì fuori, per condurre e prezzo de’ lavoratori, per mandarli nella sua vigna.
E convenutosi co’ lavoratori in un denaro al dì, li mandò nella sua vigna.
Poi, uscito intorno alle tre ore, ne vide altri che stavano in su la piazza scioperati.
Ed egli disse loro: Andate voi ancora nella vigna, ed io vi darò ciò che sarà ragionevole. Ed essi andarono.
Poi, uscito ancora intorno alle sei, ed alle nove ore, fece il simigliante.
Ora, uscito ancora intorno alle undici ore, ne trovò degli altri che se ne stavano scioperati, ed egli disse loro: Perchè ve ne state qui tutto il dì scioperati?
Essi gli dissero: Perciocchè niuno ci ha condotti a prezzo. Egli disse loro: Andate voi ancora nella vigna, e riceverete ciò che sarà ragionevole.
Poi, fattosi sera, il padron della vigna disse al suo fattore: Chiama i lavoratori, e paga loro il salario, cominciando dagli ultimi fino a’ primi.
Allora quei delle undici ore vennero, e ricevettero un denaro per uno.
Poi vennero i primi, i quali pensavano di ricever più, ma ricevettero anch’essi un denaro per uno.
E, ricevutolo, mormoravano contro al padron di casa, dicendo:
Questi ultimi han lavorato solo un’ora, e tu li hai fatti pari a noi, che abbiam portata la gravezza del dì, e l’arsura.
Ma egli, rispondendo, disse all’un di loro: Amico, io non ti fo alcun torto; non ti convenisti tu meco in un denaro?
Prendi ciò che ti appartiene, e vattene; ma io voglio dare a quest’ultimo quanto a te.
Non mi è egli lecito di far ciò che io voglio del mio? l’occhio tuo è egli maligno, perciocchè io son buono?
Così, gli ultimi saranno primi, e i primi ultimi; perciocchè molti son chiamati, ma pochi eletti.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

L'ingresso di Gesù Cristo in Gerusalemme

Ed una grandissima moltitudine distese le sue veste nella via; ed altri tagliavano de’ rami dagli alberi, e li distendevano nella via.
E le turbe che andavano davanti, e che venivano dietro gridavano, dicendo: Osanna al Figliuolo di Davide! Benedetto colui che viene nel nome del Signore! Osanna ne’ luoghi altissimi!
Ed essendo egli entrato in Gerusalemme, tutta la città fu commossa, dicendo:
Chi è costui? E le turbe dicevano: Costui è Gesù, il Profeta che è da Nazaret di Galilea.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

Tassa a Cesare

Dicci adunque: Che ti par egli? È egli lecito di dare il censo a Cesare, o no?
E Gesù, riconosciuta la lor malizia, disse: Perchè mi tentate, o ipocriti?
Mostratemi la moneta del censo. Ed essi gli porsero un denaro.
Ed egli disse loro: Di chi è questa figura, e questa soprascritta?
Essi gli dissero: Di Cesare. Allora egli disse loro: Rendete dunque a Cesare le cose che appartengono a Cesare, e a Dio le cose che appartengono a Dio.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

La parabola delle dieci vergini

ALLORA il regno de’ cieli sarà simile a dieci vergini, le quali, prese le lor lampane, uscirono fuori incontro allo sposo.
Or cinque d’esse erano avvedute, e cinque pazze.
Le pazze, prendendo le lor lampane, non aveano preso seco dell’olio;
ma le avvedute aveano, insieme con le lor lampane, preso seco dell’olio ne’ loro vasi.
Ora, tardando lo sposo, tutte divennero sonnacchiose, e si addormentarono.
E in su la mezza notte si fece un grido: Ecco, lo sposo viene, uscitegli incontro.
Allora tutte quelle vergini si destarono, ed acconciarono le lor lampane.
E le pazze dissero alle avvedute: Dateci dell’olio vostro, perciocchè le nostre lampane si spengono.
Ma le avvedute risposero, e dissero: Noi nol faremo; che talora non ve ne sia assai per noi, e per voi; andate più tosto a coloro che lo vendono, e compratene.
Ora, mentre quelle andavano a comprarne, venne lo sposo; e quelle ch’erano apparecchiate entrarono con lui nelle nozze; e la porta fu serrata.
Poi appresso, vennero anche le altre vergini, dicendo: Signore, signore, aprici.
Ma egli rispondendo, disse: Io vi dico in verità, che io non vi conosco.
Vegliate adunque, poichè non sapete nè il giorno, nè l’ora, che il Figliuol dell’uomo verrà.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo

Gesù si riferisce all'ultimo giudizio

ORA, quando il Figliuol dell’uomo sarà venuto nella sua gloria con tutti i santi angeli, allora egli sederà sopra il trono della sua gloria.
E tutte le genti saranno radunate davanti a lui; ed egli separerà gli uomini gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore da’ capretti.
E metterà le pecore alla sua destra, e i capretti alla sinistra.
Allora il Re dirà a coloro che saranno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio; eredate il regno che vi è stato preparato fino dalla fondazion del mondo.

Visualizza dipinti
Leggi il paragrafo



Copyright © 2018 Associazione Jesus World Wide